Nei pazienti con fibromialgia, il termostato interno è rotto, rendendo i pazienti più sensibili alle intemperie

Clima e fibromialgia: come regolare il termostato interno?

Le persone con fibromialgia spesso segnalano che alcuni tipi di clima, o cambiamenti di temperatura, peggiorano i loro sintomi: molti si lamentano di essere sempre freddi, caldi tutto il tempo o alternativamente.

Ed è vero, diversi studi lo confermano: questo sintomo si chiama sensibilità alla temperatura.

Nei pazienti con fibromialgia, spiegano gli esperti, il termostato interno è rotto, una “deregolamentazione” che rende i pazienti più sensibili a determinate condizioni.

Cioè: se fa molto caldo, è probabile che la persona si senta ancora più estrema. Il tuo corpo soffrirà in modo esagerato, con più sudore, più sete, più intolleranza.

Ciò può far diminuire il dolore, ma anche aumentare la fatica.

Alcune ricerche mostrano l’incapacità da parte del corpo di adattarsi ai cambiamenti di temperatura, insieme a una bassa soglia di tolleranza al dolore associata a stimoli dal caldo e dal freddo.

È che le persone che soffrono di fibromialgia hanno un impatto diverso dagli stimoli esterni: molti hanno un’estrema sensibilità fisica in alcune situazioni. E il tempo non fa eccezione.

Dolore, stanchezza e altri sintomi tipici sono strettamente associati al tempo. Varia in base al caldo o al freddo e anche in base all’umidità.

In inverno, al contrario, il dolore diventa il protagonista. Le persone con fibromialgia possono sentirsi molto fredde e ci vorrà più tempo per far entrare il calore.

A sua volta, il freddo innesca il dolore.

L’umidità, d’altra parte, può anche aumentare il dolore alle articolazioni, influenzando le condizioni generali del paziente.

È importante regolare l’abbigliamento e il riscaldamento per evitare queste foto e anche tenerne conto quando si pianificano le vacanze e sentirsi bene diventa la chiave per la persona e la sua famiglia.

Il freddo non è certo un buon alleato.

Consigli per le giornate calde:

Consumare cibi e bevande freddi
Usare un ombrello per l’ombra
Usare una visiera anziché un cappello
Indossare abiti larghi e leggeri in materiale traspirante
Evitare bagni caldi o docce
Sciacquare con acqua fredda prima di uscire e prima di coricarsi
Accendi la macchina e l’aria condizionata per un po ‘prima di partire, abbastanza per raffreddare la macchina.
Se usi un ventilatore o l’aria condizionata, evita di soffiarti direttamente. Le persone sensibili al freddo si sentono congelate fino all’osso e fanno fatica a scaldarsi.

Consigli per le giornate fredde

È importante notare che nelle persone con fibromialgia, il corpo non è in grado di adattarsi correttamente, quindi i piedi vengono mantenuti freddi e persino indossare calze spesse potrebbe non aiutare a riscaldare i piedi; pertanto, l’ambiente ha un impatto maggiore sul corpo.

Alcune idee per evitare che ciò accada sono:

Mantenere i piedi coperti durante la stagione fredda
Vestirsi caldi (vestirsi troppo, tuttavia, può innescare sintomi di sensibilità al calore)
Bere bevande
calde Mangiare cibi caldi come zuppa e farina d’avena
Riscaldare l’auto prima di uscire di casa
Mantenere l’ambiente caldo e piacevole
Avere a portata di mano cose come coperte e pantofole calde

Leave a Reply

Scroll to Top