Risultati della ricerca clinica: fibromialgia correlata all’isterectomia, malattia ginecologica: anche correlata a disturbi endocrini e autoimmuni

Sei stato sottoposto a un intervento ginecologico, come un’isterectomia, alcuni anni prima dell’inizio della fibromialgia?

Alcune persone hanno notato questa tendenza e uno studio pubblicato nel 2015 stabilisce il legame tra questi tipi di interventi chirurgici e la comparsa di fibromialgia. Fornisce anche ulteriori prove di un’associazione tra fibromialgia e condizioni sovrapposte, ginecologiche, endocrine o autoimmuni.

risultati

Come parte dello studio, i ricercatori hanno esaminato le registrazioni di 219 donne con fibromialgia e 116 donne con dolore cronico diverso dalla fibromialgia. In particolare, hanno esaminato il tempo trascorso tra l’inizio della malattia e la chirurgia ginecologica, nonché il numero di malattie sovrapposte in ciascun gruppo.

Hanno anche scoperto che ciascuno dei tre tipi di diagnosi studiati era indipendentemente associato alla fibromialgia. Le malattie della tiroide e la chirurgia ginecologica erano significativamente più comuni nelle donne con fibromialgia rispetto a quelle con altri tipi di dolore cronico.

Il tempismo degli interventi ginecologici in relazione all’insorgenza del dolore è stato particolarmente interessante. Hanno trovato più interventi chirurgici negli anni precedenti l’insorgenza del dolore correlato alla fibromialgia o l’anno dopo l’inizio del dolore. Questo modello era unico per il gruppo di fibromialgia.

A prima vista, può sembrare strano che gli interventi ginecologici effettuati nell’anno successivo all’insorgenza del dolore siano considerati correlati allo sviluppo della fibromialgia.

Tuttavia, tale associazione potrebbe essere dovuta a diversi fattori rilevanti.

Ad esempio, si consideri che molte donne hanno problemi ginecologici molto prima di optare per un intervento chirurgico come trattamento di scelta. I cambiamenti ormonali o le malattie ginecologiche possono essere fattori di rischio per la fibromialgia a causa di una relazione sottostante che non comprendiamo ancora.

Secondo lo studio, l’isterectomia e l’ovariectomia (rimozione delle ovaie) molto probabilmente si sono verificati nei quattro anni precedenti o successivi all’insorgenza del dolore fibromialgico.

Questa è certamente un’area che richiede più ricerca. Alla fine, questo potrebbe aiutarci a capire perché il 90% dei pazienti con fibromialgia sono donne. Oltre a ciò, può rivelare cambiamenti fisiologici che possono innescare lo sviluppo della malattia, che potrebbe portare a trattamenti migliori o addirittura alla prevenzione.

Per le donne che sviluppano la fibromialgia dopo la chirurgia ginecologica, abbiamo anche bisogno di sapere quale ruolo, se mai, funziona la chirurgia, così come i possibili ruoli dei cambiamenti ormonali causati dalla chirurgia. Vale anche la pena di ricorrere alla terapia ormonale post-chirurgica.

Ricerca precedente

I medici sospettano da tempo che la fibromialgia abbia forti legami ormonali e inneschi. Uno studio del 2013 ha trovato collegamenti tra la menopausa precoce e l’aumento della sensibilità al dolore nei pazienti con fibromialgia, che possono essere correlati a livelli più bassi di estrogeni.

Le donne con fibromialgia sono particolarmente inclini a mestruazioni dolorose (dismenorrea) e alcune complicanze della gravidanza.

La mia esperienza

Questo studio parla davvero della mia esperienza. Avevo 34 anni quando il mio figlio più piccolo era nato da un taglio cesareo e 35 anni quando ho smesso di allattare. Secondo il mio ginecologo, i cambiamenti ormonali che mi hanno causato sono iniziati in una prematura perimenopausa.

Il mio ciclo mestruale divenne irregolare e le regole estremamente pesanti e dolorose, mentre erano sempre state regolari e relativamente morbide. I sintomi della fibromiemia sono seguiti rapidamente.

Sei mesi dopo, mi era stato diagnosticato e identificato un modello: i miei brillamenti apparivano regolarmente tra l’ovulazione e l’inizio delle mie mestruazioni. Il mio ginecologo ha raccomandato la rimozione dell’endometrio per sbarazzarsi degli ormoni che vengono scartati dall’ispessimento dell’utero.

L’ablazione non solo ha concluso i periodi dolorosi (e le regole in generale), ma ha anche alleviato i miei attacchi e li ha resi meno numerosi e più distanti l’uno dall’altro. (Per saperne di più sul mio corso personale da buttar via: la fibromialgia sta entrando nella mia vita).

Non avevo avuto un’isterectomia, ma tra due gravidanze e due cesarei, oltre all’allattamento al seno, il mio corpo aveva chiaramente subito un anello ormonale.

Ho il sospetto che la ricerca continuerà a dimostrare i legami tra fibromialgia e cambiamenti ormonali e spero che un giorno ci sarà molto meglio attrezzato per riconoscere, trattare e prevenire la fibromialgia legati agli ormoni.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *