La fibromialgia, i punti trigger nel collo causano un’ampia varietà di sintomi

I punti trigger nel collo possono causare vertigini e vertigini in molte persone con fibromialgia. 

Questi punti trigger possono distorcere la percezione e il senso dell’equilibrio, causando la caduta delle cose, il travaso delle cose. 

Molti sintomi che coinvolgono la testa e il collo, le orecchie, gli occhi, il naso e la gola possono essere dovuti a punti trigger nel collo. 

In questa pubblicazione spiegherò:  dove sono questi punti trigger, quali sintomi causano e come auto-trattarli.

Quali sono i punti trigger?

In termini semplici, un punto di innesco è un nodo che si forma nel muscolo e invia dolore ad altre aree del corpo. I punti di attivazione fanno stringere e accorciare i muscoli. 

Quando i muscoli si accorciano, non possono eseguire l’intera gamma di movimento, alterando il modo in cui ti muovi, ti siedi o stai in piedi. 

Ciò porta a problemi di forza e flessibilità, creando più punti di innesco La ricerca suggerisce che il dolore della fibromialgia è principalmente dovuto ai punti trigger miofasciali. 

Pertanto, il trattamento dei punti trigger aiuterà a controllare il dolore associato alla fibromialgia.


Trigger punti nel collo che causano vertigini

I punti trigger nel collo che possono causare vertigini si trovano nel muscolo sternocleidomastoideo (MSE). L’ECM è un grosso muscolo lungo la parte anteriore su entrambi i lati del collo. 

È composto da due fasce muscolari interconnesse. Queste bande muscolari iniziano dall’osso mastoideo dietro l’orecchio. Una fascia si collega allo sterno (sterno) e l’altra è collegata alla clavicola. 

La fascia sternale si trova nella parte superiore della clavicola e le funzioni principali dei muscoli ECM sono di ruotare la testa da un lato all’altro e fletterla verso il basso. 

Lo sternocleidomastoideo aiuta anche a mantenere una posizione stabile della testa durante altri movimenti del corpo. 

Qualsiasi posizione scomoda può creare punti di innesco Un’altra funzione del muscolo ECM è sollevare lo sterno quando si inala. Il muscolo può sovraccaricarsi se non respira correttamente. L’ECM aiuta anche a masticare e deglutire.


Sintomi dei punti trigger sternocleidomastoideo

Gli effetti dei punti trigger sternocleidomastoideo possono essere sorprendentemente diffusi. 

Includono:

  • vertigini, vertigini e squilibrio
  • visione offuscata, visione doppia, lacrimazione eccessiva, arrossamento degli occhi, palpebre cadenti e contrazioni oculari
  • perdita dell’udito, tinnito (ronzio, ronzio o ronzio nelle orecchie)
  • emicrania, mal di testa del seno
  • malattia
  • congestione sinusale o drenaggio nasale
  • tosse cronica, mal di gola
  • torcicollo
  • sudore freddo sulla fronte§ continua febbre da fieno o sintomi del raffreddore
  • difficoltà a deglutire


Che cosa causa i punti trigger sternocleidomastoideo?

I punti di attivazione possono essere creati da posizioni che mantengono l’ECM contratta per mantenere la testa in posizione, ad esempio, guardando lo schermo di un computer o guidando. 

Tenere la testa girata di lato, o mantenere la testa indietro per periodi di tempo prolungati, è sicuro di causare problemi. 

Respirare dal torace al posto del ventre può anche sovraccaricare il muscolo ECM.


Ecco un elenco di attività che possono creare punti trigger ECM:

§ Attività generali

§ Tieni la testa di lato

§ Testa avanti posizione

§ Tenere il telefono con la spalla

§ Sollevare molto peso

§ Effetto cade e ciglia

§ Una gamba corta, scoliosi o posture scomode

§ Stress e tensione muscolare

§ Tosse cronica o asma

§ Respirare dal petto


Trattamento dei punti trigger sternocleidomastoideo

Il gruppo muscolare ECM può contenere sette punti trigger. La divisione sternale di solito ha 3-4 punti trigger, distanziati lungo la sua lunghezza, mentre la divisione della clavicola ha 2-3 punti trigger.

MAI MASSAGGIO . 

Se pizzichi delicatamente lo sternocleidomastoideo, invece di premerlo contro il lato del collo, rimarrà lontano dalle arterie.

Loading...

Leave a Reply