La fibromialgia è ora considerata una malattia permanente del sistema nervoso centrale

La fibromialgia è la seconda malattia reumatica più comune dietro l’osteoartrite ed è ancora in gran parte sconosciuto. E ‘ormai considerato un disordine permanente del sistema nervoso centrale responsabile per l’aumento del dolore causato dal corpo. Daniel Clauw, MD, professore di anestesiologia presso l’Università del Michigan, ha esaminato la base neurologica della fibromialgia durante una conferenza plenaria tenuta oggi in occasione della riunione scientifica annuale della American Pain So.

Clauw ha spiegato che il dolore della fibromialgia proviene più dal cervello e dal midollo spinale che in aree del corpo dove una persona può sentire dolore periferico. Si pensa che questa malattia sia associata a cambiamenti nel modo in cui il cervello tratta il dolore e altre informazioni sensoriali. Ha aggiunto che i medici dovrebbero sospettare che i pazienti con fibromialgia abbiano dolore multifocale (principalmente muscoloscheletrico) che non è pienamente spiegato da lesioni o infiammazioni.

“Poiché i test del dolore in tutto il corpo sono amplificati nei pazienti con fibromialgia, il dolore può verificarsi ovunque, come mal di testa cronico, dolore viscerale e ipersensibilità sensoriale sono comuni nei pazienti con fibromialgia. fibromialgia. persone con questa condizione, condizione dolorosa “, ha detto Clauw.

“Ciò non significa che l’erogazione nocicettiva periferica non contribuisca al dolore nei pazienti con fibromialgia, ma provano dolore maggiore di quello normalmente previsto dal grado di accesso periferico.” Persone con fibromialgia e altre condizioni dolorose “provano dolore in relazione a loro”. chi non ha avuto la malattia descritta come una pressione “, ha aggiunto Clauw.

A causa dell’origine del dolore al sistema nervoso centrale nella fibromialgia, Clauw ha affermato che gli oppioidi e altri analgesici narcotici generalmente non sono efficaci perché non riducono l’attività dei neurotrasmettitori nel cervello. “Questi farmaci non sono stati dimostrati efficaci nei pazienti con fibromialgia e ci sono segni che gli oppioidi possono addirittura esacerbare la fibromialgia e altri stati dolorosi di dolore”, ha detto.

Clauw raccomanda ai medici di incorporare trattamenti farmacologici quali gabapentin, inibitori della ricaptazione della serotonina e triciclici e selettivi e metodi non farmacologici come la terapia cognitivo comportamentale, l’esercizio e la riduzione dello stress.

“A volte la risposta terapeutica a un trattamento medico semplice ed economico va oltre la droga”, ha detto Clauw. “Il principale vantaggio è il miglioramento delle prestazioni, che dovrebbe essere l’obiettivo principale del trattamento per qualsiasi condizione di dolore cronico. La maggior parte dei pazienti con fibromialgia può vedere come i sintomi migliorano e conducono una vita normale con i giusti farmaci e l’uso intensivo di terapie non farmacologiche. “

è la comunità

“La fibromialgia può essere considerata sia come una malattia separata che come un modo comune di centralizzare il dolore e diventare cronico. La maggior parte delle persone con questa malattia ha dolore cronico per tutta la vita, ha detto Clauw, “La malattia può essere difficile da diagnosticare se non si conoscono i sintomi classici perché non esiste una singola causa o segni esterni. “

Leave a Reply

Scroll to Top