Finalmente so perché ho difficoltà a parlare di fibromialgia

Sono spesso sorpreso dal gran numero di sintomi inspiegabili che compaiono insieme alla fibromialgia e, in generale, non scopro mai cosa li causa. In generale, li gettiamo semplicemente nel “cubo di fibro”, che non ha fondo, e li scartiamo senza saperlo. Quindi, è davvero fantastico quando ottieni una risposta!

Uno di questi “sintomi”, come sanno molte persone con fibromialgia, è la difficoltà di parlare. Ero solito parlare in pubblico. Ho tenuto discorsi nelle università e ho tenuto presentazioni ai dirigenti di lavoro e presentazioni aziendali. Per anni parlare con e per la gente è stato il punto di svolta della mia carriera, e poi sono diventato “malato”. Il dolore è solo uno dei tanti motivi per cui ho smesso di lavorare, ma un’altra forza trainante è stata l’incapacità di parlare. Oggigiorno, a volte ho difficoltà a formare frasi, a articolare i miei pensieri con le parole, e, peggio di tutto, non posso mai garantire ciò che uscirà davvero dalla mia bocca, indipendentemente da ciò che intendevo.

Quando l’occasione è nata, l’ho menzionata al mio neurologo, che è il capo della neurologia dell’Ospedale di San Vicente e la risposta è stata abbastanza semplice: il dolore è la prima cosa che il cervello elabora. Quindi, per le persone che soffrono il dolore costantemente, tutto il resto è secondario a quello, compreso il discorso. Quindi, quando il cervello è costantemente inondato di segnali di dolore, è troppo impegnato a elaborare quelli per concentrarsi su altri segnali.

Piuttosto sorprendente quanto sia semplice, giusto? Non aiuta a migliorare le cose, ma certamente aiuta a capire e capire perché succede.

Incontrare nuove persone per la prima volta o essere in un ambiente sociale genera ora ansia e imbarazzo, come sono sicuro che tu faccia per chiunque sia colpito in questo modo. Può sembrare una riflessione diretta sul mio livello di intelligenza o competenza. Quindi, lo gestisco in diversi modi.

1. Esperanza.

Spero che non appaia!

2. Gestione del dolore.

In ogni situazione con nuove persone, cerco di mantenere i miei livelli di dolore ben controllati.

3. Essere aperti in anticipo.

Se è qualcuno di importante, come quando ha incontrato la fidanzata di mio figlio di recente, in realtà ha affrontato tutto e spiegato prima del tempo. Il che è stato grandioso, perché in realtà è venuto fuori mentre eravamo fuori a mangiare. Avendo dato una spiegazione in anticipo, non ho mai sentito il bisogno di spiegare o di vergognarmi. Invece, ridiamo su di esso. Il che mi porta alla mia ultima raccomandazione: RISORSE DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI FIBROMIALGIA

  • Fatti coinvolgere con la fibromialgia
  • A proposito di fibromialgia
  • Vivere con la fibromialgia: quali sono le prospettive?

4. Corsa.

Non è sempre facile avere il senso dell’umorismo o respingere le sfide che si presentano anche nelle cose più semplici, come parlare. Ma cercare di non prendere tutto così seriamente aiuta. I miei figli non esitano mai a balzare quando l’inganno cade dalla mia bocca.

Soprattutto, sii gentile con te stesso e abbi compassione. C’è una spiegazione scientifica. Le sfide del discorso sono reali e non riflettono in alcun modo l’incompetenza o la mancanza di intelligenza. Tutti abbiamo le loro sfide e nessuno è perfetto. Quindi, se e quando si manifestasse, spiegherò semplicemente. Adesso puoi farlo anche tu.

Leave a Reply

Scroll to Top