I pazienti con fibromialgia devono vedere non solo la sofferenza fisica, ma anche la sfiducia dei loro parenti e persino dei professionisti della salute

Le sopracciglia, il rosso dei vestiti, i fiori nei capelli e l’esperienza del dolore sono segni inseparabili di Frida Kahlo. Il suo autoritratto con le unghie penetranti del corpo intero,     il pilastro rotto  , uno dei suoi dipinti più famosi, è anche un’indicazione che l’artista messicano soffriva di fibromialgia. Alcuni autori riportano che Frida soffriva di fibromialgia post-traumatica caratterizzata da dolore generalizzato persistente, stanchezza cronica, disturbi del sonno e punti di dolore. in regioni anatomiche ben definite. Questo concetto di fibromialgia, come è attualmente inteso non era probabilmente diffusa tra i medici del 20 ° secolo: Nel suo autoritratto “The Broken Column” del 1944, l’artista messicana Frida Kahlo ha espresso il suo dolore da chiodi sparsi su tutto il corpo ( Foto: riproduzione Internet)

Lorsque Frida peignit The Broken     Säule  La connessione di punture dolorose con reumatismi è stata citata per almeno 120 anni. Nel 1824, il chirurgo scozzese William Balfour descrisse per la prima volta i pazienti con punti muscolari ipersensibili alla palpazione che potevano scatenare il dolore irradiato.Fibromialgia non è una nuova malattia, come molti immaginano. Storicamente, è stato presentato sotto vari nomi: fibrosite (1904), miofibrositis (1929), sindrome fibrosferica (1952), sindrome fibromialgica e infine fibromialgia (1981). Nominato nel 1992, è stato riconosciuto dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) come una malattia reumatica. Ma anche se è molto dopo, è sempre messo in discussione dalla società, dai parenti dei pazienti e persino da alcuni professionisti della salute.

Il reumatologo Luiz Severiano Ribeiro da parte del Dipartimento di Reumatologia della pensionati statali Istituto di Minas Gerais (Ipsemg) ricorda un momento in cui il paziente stesso non credeva nella diagnosi, anche se è stato giustificato il dolore che pensava fosse “inspiegabile” , è stata la dimensione di fastidio. “Si lamentava del dolore e la fatica, ma non ha preso sul serio la diagnosi. In primo luogo, non hanno capito il nome. Inoltre, i test clinici hanno mostrato nulla e noi prescritti antidepressivi. Hanno trovato la fibromialgia folle e quando ha trovato un altro medico e disse loro ciò che il reumatologo ha detto si rese conto che doveva davvero essere uno psichiatra. E ‘stata la classica traiettoria della fibromialgia 20 anni fa. Saltarono da un dottore all’altro senza spiegazioni e quando furono diagnosticati non credettero. “

Associazione   Per la fibromialgia, le persone più sensibili al dolore rispetto alla popolazione generale, come la sfiducia e il dubbio sono ugualmente cattive. Sandra Santos, 53 anni, in pensione, è stata diagnosticata nel 2005 e fondata in un atteggiamento positivo nei confronti della sofferenza dell’Associazione brasiliana per la fibromialgia (Abrafibro) con altri pazienti. Per trattare un problema alla spina dorsale, è stata indirizzata a un trattamento che non poteva continuare. “Sono entrato e uscito da una sedia a rotelle. Insisto fino all’ottava sessione, ma il dottore ha trovato strano che la mia soglia del dolore sia così bassa. Il compagno che lo accompagnava sospettava che si trattasse di fibromialgia e durante l’esame clinico mi disse che avevo undici punti dolori di 18 anni. Aveva fibromialgia,

SENSIBILITÀ MAGGIORE

Negli ultimi anni, la comprensione della fibromialgia è considerata una sindrome perché copre una gamma di manifestazioni cliniche, come dolore, affaticamento e disturbi del sonno. Eduardo Paiva, presidente del dolore e la fibromialgia della Società Brasiliana di Reumatologia, professore presso l’Università Federale del Paraná (UFPR) e capo della clinica fibromialgia ai Hospital das Clinicas. Ufp sta diventando sempre più affermata La consapevolezza della fibromialgia è un problema al sistema nervoso programmato per sentire più dolore. Le indagini, come la risonanza magnetica funzionale, che mostra la funzione cerebrale in tempo reale, mostrano l’intensità del dolore amplificata riportata dai pazienti.

saperne di più

  • La fibromialgia colpisce il 3% della popolazione brasiliana, ma la diagnosi è difficile
  • La ricerca suggerisce nuovi trattamenti per il dolore cronico che colpiscono il 30% delle persone in Occidente
  • La terapia può bloccare il dolore cronico
  • Il dolore cronico può avere un’origine naturale
  • La ricerca rafforza la relazione tra dolore cronico e depressione
  • Per ogni tipo di dolore esiste una tecnica adeguata: conoscere le possibilità della fisioterapia

Le persone con fibromialgia hanno una soglia inferiore del dolore. Stimoli che normalmente non causano dolore ad altre persone, come ad esempio Le condizioni possono essere dolorose nella fibromialgia. Secondo Roberto Heymann, un reumatologo presso l’Einstein Hospital Albert e professore presso l’Università di São Paulo (UNIFESP), ciò è dovuto ad un guasto di meccanismi di controllo del dolore nel sistema nervoso centrale. “Le cause di un controllo inadeguato dei meccanismi del dolore sono sconosciute. Si ritiene che una predisposizione genetica esposta a determinati fattori ambientali produca fibromialgia. Quello che sappiamo

Inoltre, fattori esterni influenzano la trasmissione e la percezione del dolore. Lo stato emotivo e il freddo ne fanno parte. La depressione, come con molte altre malattie croniche, può essere una delle conseguenze della fibromia, ma anche l’innesco che mancava per innescare un quadro di fibromialgia nella persona geneticamente predisposta. Secondo Heymann, la salute emotiva ha un impatto diretto su tutte le malattie, non solo sulla fibromialgia. Ad esempio, quante persone hanno la pressione alta perché sono diventate nervose e ansiose? Nella fibromialgia, dove il dolore è soggettivo, l’influenza dell’emozione sulla sua intensità crea spesso pregiudizi. Il fatto è che una persona depressa sente effettivamente più dolore della popolazione normale, perché la loro sensibilità al dolore è aumentata. In questo modo

Qualsiasi immagine di dolore cronico danneggia anche il sonno, con il paziente che spesso si sveglia con dolore. Tuttavia, nella fibromialgia, i cambiamenti ormonali e i neurotrasmettitori sono anche responsabili della superficialità del sonno e della sensazione di affaticamento. Di conseguenza, molte persone con fibromialgia hanno sonno superficiale e leggero in cui non riposano. Questo li rende stanchi e senza energia. I sintomi principali della condizione sono dolore generalizzato, disturbi del sonno o un risveglio stanco, e ti senti stanco o stanco durante il giorno. Maria Joana das Mercês, 84 anni, dubitava che lei avesse davvero dormito di notte o se fosse un sogno. Il partecipante al gruppo di educazione ai pazienti con fibromialgia, Ipsemg, è in circolazione da oltre 20 anni e oggi è maggiormente in grado di trattare i sintomi, ma non hanno smesso di preoccuparsi. “Dormo e mi sveglio e penso se sono davvero addormentato. E il dolore è insopportabile. Nessuno se lo merita “, si lamenta.

LA COLONNA ROTTA
Rodrigo Siqueira Batista ei suoi coautori stanno cercando l’incrocio tra la sua arte e le sue esperienze dolorose nella biografia e nelle opere dell’artista messicano nell’articolo del 2014 “Arte e dolore a Frida Kahlo”. Per gli autori, The Broken Column, in cui si descrive con il gilet d’acciaio per controllare il quadro del dolore, descrive le unghie inserite nel suo corpo nudo un martirio senza fine. “Il corpo di Frida è diviso, sanguinante, inchiodato e isolato. Traduce la tortura fisica che non ha mai lasciato per tutta la sua vita “, com’era prima del dolore. “La solitudine, metaforizzata dal paesaggio desertico, intensifica la sofferenza. Il corpo aperto è un’indicazione dei vari interventi chirurgici in cui hai riparato la colonna vertebrale senza migliorare il tuo disagio. Le unghie impiantate, tuttavia, indicano i tipici punti dolenti della fibromialgia. Per i ricercatori, questa ipotesi spiegherebbe il dolore cronico e l’affaticamento profondo del pittore.

Julia de Oliveira Fonseca, uno studente di medicina presso l’Università Federale di Viçosa (UFV) e Rodrigo Siqueira-Batista, medico, filosofo e professore presso il Dipartimento di Medicina e la manutenzione del UFV  

vita e l’arte

L’immagine di Frida Kahlo è molto legata alla sofferenza. Quali sono state le tue principali fonti di dolore? La polio e l’incidente sono innegabili, ma le è stata diagnosticata la fibromialgia, o questa scoperta è stata trovata dopo la sua morte e per una maggiore conoscenza della sindrome?

La pittrice Frida Kahlo ha sofferto sia fisicamente che da un punto di vista emotivo. Infatti, una delle più grandi sofferenze dell’artista è legata alla sua relazione con il collega artista Diego Rivera, per il quale era profondamente innamorata. La coppia aveva un grande affetto l’uno per l’altra; Tuttavia, ci furono anche lotte e tradimenti, cosa che rese molto triste Frida. Uno di questi argomenti fu il risultato del tradimento di Diego della sorella di Frida, Adriana. Frida soffriva anche del fatto che non poteva vivere un aborto spontaneo al momento della gravidanza. Un famoso dipinto chiamato Henry Ford Hospital (La cama volar) descrive in modo notevole e forte un episodio in cui Frida doveva essere ricoverata in ospedale dopo un aborto. Nessun caso di fibromialgia è stato diagnosticato nella vita, sebbene a quel tempo il nome “fibromyalgia” non esistesse (molto più tardi, indietro negli anni ’70). Questa diagnostica stato ipotizzato dopo la sua morte ed è consigliato dal suo quadro clinico di dolore cronico, come ad esempio nella fibromialgia articolo nella vita e nell’arte di Frida Kahlo (Lavori di Manuel Martinez Lavin, Mary Carmen Amigo, Javier Coindreau e Juan Canoso). pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatism, marzo 2000). come nella fibromialgia articolo nella vita e nell’arte di Frida Kahlo proposte (Lavori di Manuel Martinez-Lavin, Mary-Carmen Amigo, Javier Coindreau e Juan Canoso). pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatism, marzo 2000). come suggerito nell’articolo Fibromialgia in Life and Art di Frida Kahlo (articolo di Manuel Martinez-Lavin, Mary Carmen Amigo, Javier Coindreau e Juan Canoso). pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatism, marzo 2000).

L’articolo di     Art and Pain in Frida Kahlo    * parla di una possibile connessione delle unghie del corpo nella colonna rotta con i punti dolenti della fibromialgia. Questa immagine può essere considerata una prova evidente della tua esperienza con la fibromialgia? perché

L’immagine     La colonna spezzata,     in cui i chiodi sul corpo dell’artista bloccato Fridas descrive il contesto delle conseguenze dell’incidente, che aveva sofferto in gioventù – fratture multiple della colonna vertebrale – e il suo rapporto doloroso. In termini di punti dolenti della fibromialgia, questa sembra essere un’ipotesi plausibile, ma questa non è certamente una “prova evidente”, specialmente considerando un pittore della categoria e dell’intensità di Frida Kahlo.

Che significato ha il dolore per il lavoro dell’artista latino?

Frida Kahlo dipinse molti autoritratti e si considerava molto sicura di sé. Si presume che l’artista abbia raffigurato molti momenti di dolore sulla sua tela – fisica ed emotiva – che facevano parte della sua vita. In questo modo si può presumere che nell’arte Frida trovi in ​​qualche modo il significato del dolore stesso.

* L’articolo di Rodrigo Siqueira-Batista, Plinio Duarte Mendes, Julia de Oliveira Fonseca e Marina de Souza Maciel è stato pubblicato nel 2014 sulla rivista Dor.

SENZA ESTIGMA

Per vivere con la sindrome e mantenere la qualità della vita, è importante che la persona con fibromialgia li tratti seriamente e si impegni con professionisti che hanno familiarità con la materia.

Presse Euler Junior / EM / DA% u2013 02.07.14
Jorge Luiz Dutra, 59 anni, è stato intervistato più volte perché era nel dolore (Foto: Euler Junior / EM / DA Press% u2013 02/07/14)

Il 12 celebriamo la Giornata mondiale della fibromialgia. La data rafforza la lotta dei pazienti per un migliore accesso alle cure e, soprattutto, per una maggiore visibilità della sindrome. Solo la consapevolezza pubblica può cambiare il panorama dell’incredulità sul dolore cronico che contraddistingue il problema. Il muratore in pensione Jorge Luiz Dutra, 59 anni, è stato diagnosticato dal 2004 e vive ancora con diffidenza. Vive in campagna ed è stanco di sentire che la fibromialgia è solo una scusa. “Molte persone dicono che non ho niente, che non voglio lavorare. Mi guardano e dicono che quando sono grasso, sono sano “, dice. Ma è Jorge, che conosce la sofferenza di un dolore minaccioso, un sintomo influenzato da aspetti sociali, culturali,

Secondo Roberto Heymann, un reumatologo presso l’Einstein Hospital Albert e professore presso l’Università di São Paulo (UNIFESP), la valutazione del dolore è complessa, perché sono presenti nessuna misura precise come l’ipertensione e il diabete. Informazioni sul paziente, sul lavoro o sulla famiglia. “Se non hanno abbastanza informazioni, ci sarà sicuramente un giudizio sbagliato. Ecco perché spesso vediamo membri della famiglia, impiegati o persino operatori sanitari che non credono nella loro sofferenza. Ciò aumenta il grado di malattia fibromialgica e influisce anche sullo sviluppo della condizione clinica. “La mancanza di conoscenze sufficienti su questa sindrome nella società crea spesso idee preconcette assurde. La famiglia e il sostegno sociale sono essenziali “, ha affermato.

Il dolore della fibromialgia può causare molta sofferenza che è sufficiente a interrompere le tue attività quotidiane e abituali. Ma anche quando i pazienti e le istituzioni si battono per la possibilità di una vacanza o addirittura di una pensione, lasciare il lavoro è un problema complesso, ha detto Heymann. “Non ci sono dati per dimostrare che questo beneficio, e la rimozione dal lavoro di solito peggiora la situazione”, dice. Per lo specialista è nella maggior parte dei casi del tutto possibile vivere con la sindrome e mantenere la sua qualità di vita. Per questo è importante che la persona con fibromialgia lo prenda sul serio e lavori con professionisti ben preparati e competenti.

RESPONSE   Personal Trainer  Michele Barreto, 42 anni, è stato diagnosticato 14 anni fa. Farmaci, terapia, abitudini alimentari alterate e regolare attività fisica rendono possibile coesistere senza problemi di fibromialgia. “Oggi è buono, ma al momento della diagnosi dovevo sedermi e piangere. Ma avevo due scelte: o mi avrebbe spezzato o avrei reagito. Il paziente deve capire che la condizione migliora se aderisce al trattamento “, ha detto. Michele, ex atleta di pallavolo, fu sorpreso nel vedere che i benefici del rilassamento venivano raccontati attraverso un massaggio. “Perché ho strillato dal dolore invece di rilassarmi. Ho anche smesso di dormire ed ero già stanco “, ricorda.

Edésio Ferreira / Presse MS / DA
Il personal trainer Michele Barreto, 42 anni, si è confrontato con la fibromialgia e ha persistito nell’attività fisica anche nei giorni di grande dolore (Foto: Edésio Ferreira / EM / DA Press)

Nella pallavolo, Michele aveva ferite che miglioravano più lentamente. A quel tempo era diventata una sfiducia, perché alcune persone immaginavano che sarebbe stato morbido. Tuttavia, i fibromialgici sono spesso pazienti con una storia di dolore prima della diagnosi. Secondo Eduardo Paiva, capo della Commissione per il dolore e la fibromialgia della Società brasiliana di reumatologia, ci sono diversi modi per ottenere la fibromialgia. “Questo potrebbe, ad esempio, essere il risultato di un dolore localizzato non trattato. Può anche iniziare dopo un trauma fisico o mentale. Il più comune è, tuttavia, che si tratta di un dolore localizzato che si sincronizza e prende il controllo dell’intero corpo “, spiega lo specialista.

Ed è solo un trauma che ha causato la fibromialgia di Michèle. Ha guidato quando ha avuto un grave incidente stradale in cui due amici sono rimasti molto feriti. “È stata colpa mia. All’inizio pensavo che il mal di schiena fosse il risultato dell’incidente. Ho dovuto indossare un colletto per un po ‘, ma il dolore è continuato “, dice. La prima reazione dopo la scoperta della fibromialgia è stata la ricerca di tutti i tipi di risorse per far fronte alla malattia: massaggio, agopuntura, omeopatia, terapia. Quest’ultimo era importante per lei cambiare il suo approccio alla malattia. “Ho imparato che peggiorerebbe le cose quando è somatizzato”. Inoltre, l’attività fisica era importante. “Ho sentito che molti medici hanno detto che era oltre il 50% del trattamento. A volte è così doloroso che non vogliamo fare nulla. Ma ci vuole la perseveranza. “

A causa dell’esperienza personale con la fibromialgia, il professionista è molto ricercato dalle persone che vogliono usare l’attività fisica per controllare i loro sintomi. “Penso che abbiano fiducia in me per allenarmi con me perché so come si sentono sulla pelle. Inoltre, l’attività fisica della fibromialgia deve essere specifica e molto mirata “, ha avvertito. Per Paulo Paiva, l’attività fisica può essere più efficace dei farmaci in alcuni casi. Senza trattamento, la fibromialgia può portare a una significativa perdita di qualità della vita. Oltre alle medicine (neuromodulatori e doppi antidepressivi più adatti) e all’attività fisica, il trattamento comprende anche l’educazione di pazienti e famiglie.

TERAPIE ALTERNATIVE E ADDIZIONALI

Una revisione di studi controllati che valutano l’efficacia dei massaggi nell’approccio fibromialgia ha dimostrato che cinque settimane della risorsa potrebbero promuovere benefici immediati come il miglioramento del dolore, dell’ansia e della depressione. , Susan Lee King Yuan, fisioterapista, ha conseguito un master in scienza presso la Facoltà di Medicina dell’Università di São Paulo e un ricercatore nel settore. Il massaggio terapeutico potrebbe essere una delle terapie alternative e complementari (CT) nel trattamento della fibromialgia.

Il massaggio di rilassamento miofasciale può migliorare il dolore, l’affaticamento, la rigidità, l’ansia, la depressione e la qualità della vita. Alcuni dati mostrano che il drenaggio linfatico manuale è superiore al massaggio del tessuto connettivo in termini di rigidità e depressione. È dimostrato che il massaggio del tessuto connettivo migliora la depressione e la qualità della vita, mentre lo Shiatsu migliora la soglia di dolore, affaticamento, sonno e qualità della vita. “Gli studi suggeriscono che la maggior parte degli stili di terapia di massaggio migliora la qualità della vita per i pazienti con fibromialgia, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confermare il beneficio”, dice.

Leggere su internet

La risonanza magnetica funzionale confronta l’attività cerebrale di una persona normale con una paziente con fibromialgia. Entrambi sono stati esposti a uno stimolo di 4 kg, che può causare dolore (Foto: Riproduzione di Internet).

In teoria, il sollievo del dolore può teoricamente essere attribuito ad un aumento del flusso sanguigno, che promuove l’ossigenazione e l’eliminazione delle tossine dai muscoli, il relax e il rilascio di endorfine. “Il dolore scompare solo con la massoterapia. Il massaggio è più adatto in aggiunta ad altre aggiunte terapeutiche come parte di un trattamento multidisciplinare per controllare i sintomi della sindrome. “

Nessuno studio ha determinato inequivocabilmente la frequenza ideale del massaggio per la fibromialgia. Alcuni ricercatori suggeriscono una durata del trattamento di oltre cinque settimane. Per Susan, i CT sostengono una visione olistica del paziente e apprezzano la connessione tra il terapeuta e il paziente. È importante sottolineare che questo massaggio rispetta la soglia della sensibilità dolorosa del paziente alla palpazione. “L’utilizzo di cani come supplemento a un trattamento multidisciplinare è l’ideale: E ‘particolarmente importante che questo trattamento comprende l’educazione del paziente, tecniche psicoterapeutiche e esercizi terapeutici, che sono la più grande prova della efficacia nel trattamento dei pazienti. Trattamento della fibromialgia. “

NOME

Epidemiologia

  • La prevalenza della fibromialgia nel mondo è compresa tra lo 0,7% e il 5% rispetto alla popolazione generale.
  • In Brasile, questa è probabilmente la seconda malattia reumatica più importante con una prevalenza di circa il 2,5%.
  • Questo può variare dai bambini agli anziani, ma i loro sintomi di solito iniziano tra i 25 ei 65 anni, con un’età media di 49 anni.
  • Colpisce più donne che uomini in un rapporto di 8: 1 quando si usano i criteri dell’American College of Rheumatology del 1990

INTERVISTA    
Un nuovo look

Archivi personali
Manuel Martinez-Lavín, reumatologo e maestro dell’American College of Rheumatology (Foto: Archivio personale)

Manuel Mantinez-Lavín è un’autorità riconosciuta nel campo della fibromialgia e spiega i meccanismi della malattia in base alle ipotesi originali scientificamente confermati da altri autori di tutto il mondo e spesso citati. Nel libro fibromialgia senza mistero – Una guida per i pazienti, parenti e medici (MG Editores) che offre un trattamento olistico per il sollievo dei sintomi della fibromialgia in aggiunta al trattamento farmacologico, varie misure efficaci un atteggiamento così positivo alla malattia, la terapia di gruppo, yoga, Esercizi di meditazione, corpo e respirazione, terapia comportamentale cognitiva, alimentazione differenziata e uso di tecniche per migliorare il sonno. In un’intervista con lo stato di Minas Gerais, commenta questo nuovo approccio e discute i progressi più importanti nella comprensione e nella gestione della malattia. Lavín studiato medicina presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico, è un borsista postdottorato in medicina interna presso l’Università di St. Louis (Missouri) e Reumatologia presso la Clinica Scripps (California). Dal 1983 è Direttore della Divisione di Reumatologia presso l’Istituto Nazionale Chávez Ignacio di Cardiologia in Messico, e Professore di Reumatologia presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico e membro dell’Accademia Nazionale di Medicina. Nel 2013 si è laureato all’American College of Rheumatology. e professore di reumatologia presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico e membro della National Academy of Medicine. Nel 2013 si è laureato all’American College of Rheumatology. e professore di reumatologia presso l’Università Nazionale Autonoma del Messico e membro della National Academy of Medicine. Nel 2013 si è laureato all’American College of Rheumatology.
Qual è la procedura per analizzare la variabilità della frequenza cardiaca ha reso l’approccio della fibromialgia?
L’analisi del ritmo cardiaco con l’aiuto del computer consente l’indagine efficiente del funzionamento del nostro sistema principale della regolamentazione interna e l’adattamento all’ambiente, che si chiama il sistema nervoso autonomo. Questo sistema è responsabile della risposta allo stress e la nostra ricerca ha dimostrato che la funzione del sistema nervoso autonomo è compromessa nei pazienti con fibromialgia. Ad esempio, la produzione di adrenalina aumenta giorno e notte. I nostri studi sono stati confermati da ricercatori di altre parti del mondo. Con questa conoscenza, il concetto di fibromialgia sta cambiando radicalmente. Il trattamento dovrebbe mirare ad armonizzare il funzionamento del sistema nervoso autonomo, che di solito richiede un cambiamento significativo nello stile di vita dei pazienti.

Se il dolore causato dalla fibromialgia si irradia nel corpo, ciò sarebbe spiegato da questa funzione del sistema nervoso autonomo? 

Esattamente. La nostra teoria spiega la ragione per il dolore generalizzato, poiché le piccole fibre nervose sono distribuite in tutto il corpo. Abbiamo confermato che i pazienti con fibromialgia avevano alterato le fibre nervose nella loro pelle e negli occhi, che noi chiamiamo fibreneuropatia piccola. Deve essere chiaro che la fibromialgia è una vera neuropatia e causa tanto dolore quanto la neuropatia dei diabetici e dei pazienti con l’herpes zoster. 

E qual è il progresso nella comprensione delle cause della fibromialgia?

Il progresso più importante è spiegare come tipi diversi di stress (stress fisico, infettivo ed emotivo) possono diventare un vero dolore neuropatico. Abbiamo ricevuto prove che lo stress costante può danneggiare i cosiddetti gangli della radice dorsale, i centri nervosi lungo la colonna vertebrale. Dopo un trauma fisico o infettivo, si formano dei cortocircuiti tra il sistema nervoso autonomo e le fibre che trasmettono il dolore. I cambiamenti nel sistema nervoso autonomo spiegano le molte malattie che sono affette da persone con fibromialgia come stanchezza, insonnia e problemi intestinali. 

Qual è il trattamento olistico che difendi? Perché è più efficace?

Prima di tutto, vorrei spiegare che si tratta di un trattamento olistico basato sulle scienze della complessità. Esiste un nuovo paradigma scientifico chiamato “complessità” ben lontano dal modello lineare e riduzionista che attualmente domina la medicina. La complessità rende necessario uno studio olistico dei sistemi di adattamento del corpo umano all’ambiente. Nel caso della fibromialgia, un trattamento olistico e basato sulla scienza richiede che i pazienti e le loro famiglie conoscano le razioni della sindrome multipla. Le tecniche di feedback consentono di armonizzare la funzione del sistema nervoso autonomo. Inoltre, il cibo è importante: devi scoprire se una particolare sostanza è incompatibile,


Le droghe come pregabalin sono un grande passo avanti? Ci sono delle prospettive per una nuova classe di farmaci? 

Pregabalin è una svolta. È una medicina antineuropatica che funziona in alcuni casi, ma bisogna riconoscere che si tratta di una droga primitiva. Abbiamo dimostrato che alcuni canali del sodio legati ai gangli della radice dorsale possono svolgere un ruolo importante nel dolore della fibromialgia. Sono stati sviluppati farmaci molto specifici per bloccare questi canali del sodio. Nel prossimo futuro, avremo anche analgesici più efficaci per la fibromialgia, ma sarà comunque necessario un trattamento completo.

In Brasile, c’è una gamma di massaggi per il corpo progettati esclusivamente per la fibromialgia che sono progettati per porre fine ai sintomi. Potrebbe il massaggio cambiare il corso della sindrome? 
Non ho familiarità con questo tipo di terapia, ma prima che il trattamento sia raccomandato, avrebbe dovuto essere provato da studi scientifici controllati. Nel mio libro parlo di medicina alternativa, effetto placebo e ciarlataneria. Un massaggio delicato può aiutare. Tuttavia, alcune persone con fibromialgia sentono dolore anche con una leggera pressione sulla pelle.

Leave a Reply

Scroll to Top