Le persone con fibromialgia impiegano più tempo per addormentarsi, dormire sempre meno. ricerca

Le persone con fibromialgia hanno più difficoltà a dormire, la qualità del sonno è peggiore, e la quantità più bassa, rispetto alla popolazione generale, secondo i risultati di una nuova revisione.

I ricercatori hanno attirato l’attenzione dei medici specialisti in disturbi del sonno nei pazienti con fibromialgia, un sonno migliore può aiutare a migliorare i sintomi della malattia.

Lo studio, “Dormire in Fibromialgia: una meta-analisi, studi di casi e indagini”, pubblicato nel Journal of Psychosomatic Research, la conoscenza di una serie di studi pubblicati in precedenza il rapporto di segnalazione dei disturbi del sonno, lo sviluppo della fibromialgia.

I benefici di una buona notte di riposo, hanno un impatto positivo sulla salute fisica e mentale di tutte le persone. 
Secondo i ricercatori, il sonno povero colpisce quasi l’80% dei pazienti con fibromialgia e studi hanno dimostrato che il sonno di qualità inferiore è un fattore di rischio per la fibromialgia. 
Infatti, il sonno povero è fortemente associato alla gravità dei sintomi, minore è il numero di pazienti che dormono e peggiori sono i sintomi. 
Studi clinici sui farmaci hanno dimostrato che il miglioramento della qualità del sonno può ridurre il dolore nei pazienti con fibromialgia.
Per comprendere le caratteristiche del sonno e il suo effetto sui pazienti con fibromialgia, i ricercatori hanno esaminato 25 studi di fibromialgia e controlli sani, con un totale di 2.086 partecipanti, in cui il sonno è stata valutata mediante polisonnografia (19 studi), e indice di qualità Pittsburgh Sonno (sette studi).

Le indagini sul sonno con polisonnografia hanno riportato differenze significative tra i pazienti con fibromialgia e gli individui sani che si svegliavano nel tempo dopo gli attacchi di sonno, con il tempo di sonno totale e l’efficienza del sonno, tra gli altri parametri. 
Gli studi di valutazione del sogno, l’indice di qualità del sonno di Pittsburgh, hanno riportato differenze significative nei punteggi complessivi, il periodo tra il tentativo di dormire e l’addormentarsi e la qualità del sonno tra i due gruppi di partecipanti.

Secondo questa valutazione, i pazienti con fibromialgia possono avere difficoltà a dormire, avere una qualità del sonno inferiore e una bassa efficienza del sonno, la scia più lunga prima di andare a dormire, una più breve durata del sonno e un sonno leggero.

“Gli studi clinici hanno dimostrato che il miglioramento della qualità

il sonno può ridurre il dolore nei pazienti con fibromialgia “

i ricercatori hanno scritto.

Le persone con fibromialgia hanno più difficoltà

il sonno, la qualità del sonno è ancora peggio e l’importo inferiore,

confronto con la popolazione generale, secondo

i risultati di una nuova revisione.

I ricercatori hanno attirato l’attenzione dei medici specialisti in disturbi del sonno nei pazienti con fibromialgia, un sonno migliore può aiutare a migliorare i sintomi della malattia.

Lo studio, “Dormire in Fibromialgia: una meta-analisi, studi di casi e indagini”, pubblicato nel Journal of Psychosomatic Research, la conoscenza di una serie di studi pubblicati in precedenza il rapporto di segnalazione dei disturbi del sonno, lo sviluppo della fibromialgia.

I benefici di una buona notte di riposo, hanno un impatto positivo sulla salute fisica e mentale di tutte le persone. 
Secondo i ricercatori, il sonno povero colpisce quasi l’80% dei pazienti con fibromialgia e studi hanno dimostrato che il sonno di qualità inferiore è un fattore di rischio per la fibromialgia. 
Infatti, il sonno povero è fortemente associato alla gravità dei sintomi, minore è il numero di pazienti che dormono e peggiori sono i sintomi. 
Studi clinici sui farmaci hanno dimostrato che il miglioramento della qualità del sonno può ridurre il dolore nei pazienti con fibromialgia.
Per comprendere le caratteristiche del sonno e il suo effetto sui pazienti con fibromialgia, i ricercatori hanno esaminato 25 studi di fibromialgia e controlli sani, con un totale di 2.086 partecipanti, in cui il sonno è stata valutata mediante polisonnografia (19 studi), e indice di qualità Pittsburgh Sonno (sette studi).

Le indagini sul sonno con polisonnografia hanno riportato differenze significative tra i pazienti con fibromialgia e gli individui sani che si svegliavano nel tempo dopo gli attacchi di sonno, con il tempo di sonno totale e l’efficienza del sonno, tra gli altri parametri. 
Gli studi di valutazione del sogno, l’indice di qualità del sonno di Pittsburgh, hanno riportato differenze significative nei punteggi complessivi, il periodo tra il tentativo di dormire e l’addormentarsi e la qualità del sonno tra i due gruppi di partecipanti.

Secondo questa valutazione, i pazienti con fibromialgia possono avere difficoltà a dormire, avere una qualità del sonno inferiore e una bassa efficienza del sonno, la scia più lunga prima di andare a dormire, una più breve durata del sonno e un sonno leggero.

“Gli studi clinici hanno dimostrato che il miglioramento della qualità

il sonno può ridurre il dolore nei pazienti con fibromialgia “

i ricercatori hanno scritto.

“Pertanto, i fornitori di assistenza sanitaria di base dovrebbero essere informati dei risultati di questo studio e dovrebbero essere valutati prendendo l’iniziativa, il rischio di disturbi del sonno nei pazienti che lamentano dolore diffuso cronico, o tenendo conto della diagnosi di fibromialgia in questi pazienti.

“Pertanto, i fornitori di assistenza sanitaria di base dovrebbero essere informati dei risultati di questo studio e dovrebbero essere valutati prendendo l’iniziativa, il rischio di disturbi del sonno nei pazienti che lamentano dolore diffuso cronico, o tenendo conto della diagnosi di fibromialgia in questi pazienti.

Leave a Reply

Scroll to Top