FIBROMYALGIA: Nessuno capisce e io sono rotto, rotto, rotto dentro …

Fibromialgia: irrompa dentro e pensa che nessuno tranne me può capire quello che sento … È la malattia delle emozioni che non si esprime.

I nostri stati emotivi possono promuovere tutti i tipi di malattie: ipertensione, disfunzione cardiaca o disturbi nervosi di diverso tipo. Le varie condizioni possono aiutare non solo a trasformare la nostra salute fisica, ma anche a facilitare la guarigione a un livello più profondo. Il segreto sta nella scoperta e comprensione dei messaggi che contengono disturbi fisici per conoscere meglio e vivere meglio.

“Per comprendere questa connessione psicosomatica, dobbiamo prima riconoscere che la mente e il corpo formano un tutto”, dice l’autore. Normalmente, vediamo il corpo come un “contenitore” che ci accompagna, di cui dobbiamo occuparci e che se è danneggiato, dobbiamo chiamare un medico per ripararlo. “Sfortunatamente, questa visione è molto limitata. Nega la complessità delle energie che modellano tutto il nostro essere, le energie che fluiscono e comunicano tra loro. (…) Non c’è separazione tra ciò che accade nella mente (pensieri e sentimenti) e ciò che accade nel corpo. “

Una cosa da tenere a mente sulla fibromialgia, perché i suoi sintomi sono poco conosciuti, quelli che soffrono di questa malattia credono che gli altri non li credano perché il dolore non è visto. La fibromialgia è considerata una diagnosi controversa e alcuni autori affermano che non dovrebbe essere considerata una malattia dovuta, tra le altre cose, all’assenza di anomalie nell’esame obiettivo, in esami di laboratorio oggettivi o in studi di imaging medico che confermano la diagnosi.

La fibromialgia è ufficialmente un gruppo di sintomi e patologie muscoloscheletriche poco conosciuta, principalmente caratterizzata da estrema stanchezza, dolore persistente, rigidità diversa intensità dei muscoli, tendini e una vasta gamma di altri sintomi psicologici come disturbi del sonno, rigidità mattutina, dolore testa e problemi con il pensiero e la memoria, a volte chiamati “gap mentali”, che spesso impediscono alle persone di funzionare regolarmente. È un disturbo “non contagioso” in circa il 3-5% delle giovani donne, di solito dai 20 ai 50 anni.

Sarai anche interessato: alcuni rimedi naturali per l’odore dei piedi. 
Oggi condivideremo un’intervista con M ª Angel Mestre, una donna con fibromialgia che, senza la risposta ufficiale dei suoi medici, potrebbe lasciarla. propri meriti Da allora, ha scritto sull’argomento e ha informato i pazienti su questa e altre malattie croniche. Speriamo che questo ti sia di grande aiuto …

La fibromialgia è la malattia delle emozioni inespresse. È il risultato di un conflitto interno, lo generiamo. L’organo più colpito è il fegato, riserva di emozioni contenute secondo la medicina tradizionale cinese. Regola fasce, muscolatura, tendini, legamenti, articolazioni, vene e arterie e vista. Questo organismo è anche responsabile della disintossicazione di tutte le tossine che ci fanno ammalare, sia esternamente che internamente.

-Quali sono i sintomi più comuni?

-Il fibromialgia ha una vasta gamma di sintomi, è il principale diffusa dolore muscolo-scheletrico accompagnato da rigidità e stanchezza, accompagnata da una diminuzione della concentrazione e la memoria, insonnia, colon irritabile, vescica irritabile, cefalea, ansia , sindrome delle gambe senza riposo e dolore toracico, mestruazioni gravi e dolorose, diminuzione della vista, crampi, ecc.

– Che tipo di persone soffrono?

-Per avere salute e armonia, dobbiamo allineare il pensiero, i sentimenti (le emozioni) e gli atti (azioni / parole). Nella fibromialgia, c’è una cattiva gestione dei pensieri e delle emozioni perché la loro energia non viene rilasciata nell’azione o nel linguaggio. L’azione viene repressa e l’energia del pensiero e delle emozioni viene bloccata sotto forma di tensione, manifestata dal dolore e da vari sintomi.

Ti interesserà anche: raggiungere l’immortalità

  • Perché ci sono più casi nelle donne che negli uomini?

-La donna è più emotiva e più pratica. I suoi blocchi sono più emotivi, mentre l’uomo è più mentale e teorico. D’altra parte, il fattore che rende possibile questa malattia è la repressione. Non c’è dubbio che nella nostra società, fin dall’infanzia, le donne sono più soggette alla repressione degli uomini.

  • Da dove viene questa malattia?

Come tutte le malattie, la fibromialgia è multifattoriale, ma la sua origine risiede nei rigidi schemi culturali, familiari e sociali che producono la repressione nell’infanzia. Il bambino copia questi modelli per sentirsi amato, obbediente e sottomesso senza essere, e inizia a sviluppare una falsa personalità, separandola dalla sua essenza. I difetti psico-emozionali che accompagnano il paziente sono: l’orgoglio perfezionista del sentimento apprezzato dall’ambiente e contenuto di rabbia, un’emozione che, se non rilasciata, è devastante per la salute.

  • Hai una cura o è davvero una malattia cronica?

-La salute può essere recuperata se questa è la nostra volontà, abbiamo le informazioni necessarie e siamo disposti a fare cambiamenti nell’intero essere umano. Abbiamo bisogno di una grande trasformazione nel modo in cui pensiamo, sentiamo e agiamo, che genera una persona nuova sana, libera e felice.

-Che cos’è la stimolazione transcranica?

La stimolazione transcranica si basa sulla produzione di una corrente elettrica nelle aree del cervello. Sappiamo che la corrente elettrica crea campi elettromagnetici, quindi dal mio punto di vista, non credo che la fibromialgia sia la più appropriata. Se vogliamo aumentare i neurotrasmettitori come la serotonina e la melatonina, abbiamo strumenti meno invasivi, come il cibo, il primo farmaco. Per aumentare il livello dei neurotrasmettitori, raccomando che i legumi, che contengono triptofano, siano un induttore di questi neurotrasmettitori.

I seguenti cambiamenti sono necessari per porre rimedio alla situazione: il cambiamento di atteggiamento ci porta a smettere di sentirci vittime di responsabilità, a smettere di essere passivi, a essere attivi, a cominciare a gestire la malattia come noi stessi. Come protagonisti attraverso l’empowerment. Non ci aspettiamo di essere curati, abbiamo bisogno di un po ‘di dissenso e ribellione per prendere le nostre decisioni e dirigere le nostre vite. Abbiamo anche bisogno di cambiare lo stile di vita, semplificarlo e lasciare lo stress alle spalle. Allo stesso modo, è necessario sostituire i modelli stabiliti dalla nostra esperienza vissuta e compresa, che ci aiuterà a dire “no” senza sentirci in colpa. È essenziale cambiare le abitudini che influiscono sulla nostra salute, compresa quella del cibo,

  • È una specie di malattia moderna?

-No. Le malattie nascono a causa dei difetti psico-emotivi dell’umanità, ma aumentano e sono aggravate dallo stile di vita e da una cattiva alimentazione. Attualmente questa malattia è cresciuta a causa dell’auto-imposizione che la donna si è imposta per raggiungere tutte le aree della vita moderna, come lavoro, famiglia, casa, relazioni. sociale, ecc. opportunità di prendere la tua vita.

Attenzione !! Questi messaggi sono semplicemente informativi … Abbiamo solo intenzione di informarti e non sostituire il tuo medico. Ricorda, ha sempre l’ultima parola. Ti consigliamo di consultare sempre il tuo medico e di effettuare controlli medici se la tua salute lo richiede. Ti diamo solo un punto di riferimento per sapere cosa ti sta succedendo.

Loading...

Leave a Reply